Anche l’Egitto riorganizza il turismo, settore fondamentale per l’economia nazionale rappresentando il 15 per cento del prodotto interno lordo. Obiettivo: riattivare la mobilità dei turisti già dalla metà di maggio. Come gli altri paesi, anche il governo del Cairo è alle prese con valutazioni sui tempi di riapertura degli aeroporti, con la predisposizione di misure da adottare negli scali, tra distanze ai check in e sportelli.

egitto ripresa turismo estate 2020

Per gli alberghi si parla di una iniziale riduzione della capacità ridotta al 25 per cento, proprio per rendere più agevole il distanziamento, e poi salire al 50 per cento. Inoltre, si pensa alla presenza fissa di un medico in ogni struttura, al fine di assicurare, all’occorrenza, le giuste misure in tempi rapidi. Inoltre, sanificazione degli ambienti comuni delle strutture e delle camere, il ricorso alla registrazione online e alla documentazione sanitaria richiesta agli ospiti.

Ai turisti stranieri, invece, l’accesso in Egitto dovrebbe essere garantito dai primi di giugno. Di conseguenza, è da rivedere anche lo schema tipico di organizzazione dei villaggi, tra le principali strutture preferite da chi arriva da oltre confine. Il che equivale a una rivoluzione considerando che andrebbero vietate diverse attività tipiche dei villaggi, come l’animazione, spettacoli e feste, tutti fonte di assembramenti.

Grecia, estate 2020: hotel e ristoranti riaprono tra giugno e luglio


Tags

TI POTREBBERO INTERESSARE