La città imperiale di Fes (anche Fez) in Marocco, sorge ai piedi della catena montuosa dell’Atlante ed è inserita in un paesaggio molto mediterraneo, con coltivazioni, ulivi e tanto verde. Il deserto, invece, si trova dall’altra parte delle montagne. Fondata come capitale della dinastia Idrisdi, tra il 789 e l’808, raggiunse il suo massimo splendore tra il 1200 e il 1300, quando scalzò Marrakech dal ruolo di capitale.

fes marocco turismo cosa vedere

Il milione di abitanti che la popolano si dividono in tre grandi quartieri, o meglio, tre grandi città: la città nuova, quella ebraica e la famosa medina o città vecchia. Quest’ultima è l’attrattiva principale della città imperiale. La medina è una zona presente in tutte le città magrebine: costituisce la parte più antica e tipica, caratterizzata da costruzioni basse e molto vicine, un’infinità di stradine e negozi e botteghe di ogni tipo.

fes marocco turismo cosa vedere

La Medina di Fes è considerata l’area pedonale più grande del mondo, più di quella di Marrakech. E’ un vero labirinto di stradine, oltre 9 mila, con mercati di ogni tipo. Dai tappeti agli oggetti in ottone, dalla ceramica ai tessuti, dai preziosi alla pelle: è infinita la varietà delle merci, che vengono ancora trasportate a dorso d’asino.

Tutto intorno alla Medina ci sono mura medievali molto ben mantenute, interrotte dalle bab (porte). Le attrattive sono sicuramente le moschee, la scuola coranica, gli hammam (bagni pubblici), i forni e le fontane. L’antica Moschea al-Karaouine, incorporata all’antica Università al-Karaouine, è una delle più antiche del mondo musulmano occidentale, essendo stata costruita nel cuore della Medina di Fez nell’859.

fes marocco turismo cosa vedere

Riccamente decorata, questa moschea è il risultato di secoli di lavori ordinati da ogni sultano, con una forte influenza della dinastia dei Merinidi nel XII secolo. Presenta 16 navate e ricorda quella di Cordoba. I tratti principali dell’edificio sono un cortile a cielo aperto, con una grande fontana al centro, una fontana minore ad ogni lato e la sala di preghiera decorata con stucchi e kufic, l’antica forma calligrafica araba.

fes marocco turismo cosa vedere
Moschea al-Karaouine

La Medrasa Bou Inania, contrariamente alla moschea Karaouine, è uno dei pochi edifici religiosi islamici aperto ai non musulmani. Costruito nella seconda metà del 1300, è considerato tra i complessi più belli del Marocco  grazie alla sua ricca decorazione. Non essendoci piazze e monumenti, ed essendo tutte le strade e i vicoli veramente identici, le attrattive della Città imperiale sono nelle botteghe tipiche e le antiche concerie.

La parte più fotografata di Fes è sicuramente la grande zona, al centro della Medina, con decine di vasche scavate nel tufo dove le pelli vengono conciate e colorate a mano.

A spasso nella coloniale Antigua Guatemala, Patrimonio Unesco

Tags

TI POTREBBERO INTERESSARE