Mettetevi al volante lungo la Causeway Coast in Irlanda del Nord e andate alla scoperta di questo luogo sovrannaturale: il Selciato del Gigante, Patrimonio Unesco dal 1986 e paradiso protetto per uccelli marini e piante rare. Ricco di storie e leggende, è uno dei paesaggi dell’Ulster (e mondiali) più affascinanti e visitati, grazie ai tantissimi tour organizzati dalle guide locali. Ma cosa si nasconde dietro questo luogo incantato?

Innanzitutto, il Selciato del Gigante, in inglese Giant’s Causeway, è una formazione rocciosa fatta di circa 40mila colonne basaltiche di origine vulcanica. La cosa incredibile è che questi pilastri rocciosi hanno una forma quasi perfettamente esagonale e sono accatastati l’uno accanto all’altro in maniera magistralmente regolare, quasi a formare un puzzle o un alveare di celle geometricamente perfette.

Giant's Causeway selciato del gigante irlanda del nord

Ed è proprio la struttura così meticolosa e pignola delle colonne di roccia che ha dato voce ad antiche leggende che echeggiano ancora tra il popolo irlandese. C’è chi racconta del gigante Fionn Mac Cumhaill, che avrebbe costruito un sentiero per raggiungere a piedi la Scozia e per combattere il suo rivale, Benandonner. O chi, più romantico, parla del Selciato come del sentiero che conduceva il gigante Fionn dall’amata, anch’essa gigantessa, sull’isola di Staffa (dove, effettivamente, si vede la fine della faglia).

Ma c’è anche chi sventola la bandiera della scienza, attribuendo la formazione di questa scultura naturale ad un’eruzione vulcanica avvenuta cinquanta milioni di anni fa.

Giant's Causeway selciato del gigante irlanda del nord

Secondo Eleanor Killough del National Trust, “la Giant’s Causeway è la conseguenza di un’eruzione vulcanica seguita dalla formazione di una superficie lavica e dal successivo raffreddamento. Non stupisce che questo luogo sia stato dichiarato “Sito Patrimonio dell’Umanità” dall’Unesco poiché, oltre alla straordinaria bellezza, la Giant’s Causeway è la nostra porta d’accesso al passato più antico della Terra”.

Insomma, scienza o leggenda, l’effetto che ne deriva è letteralmente da cartolina. Potrete camminare e saltellare da una pietra all’altra o mettervi comodi su una colonnina per ammirare il paesaggio circostante, cullati dalla dolce melodia delle onde che si infrangono sulle rocce.

Setenil de las Bodegas, il paesino in Andalusia dove la roccia ‘mangia’ le case

TI POTREBBERO INTERESSARE