La Grecia è pronta a riaprire le sue spiagge e le sue isole ai turisti, secondo un cronoprogramma stilato dal governo di Atene già nelle scorse settimane. E per l’estate 2020 si aggiunge un ulteriore elemento di pregio, la qualità dei luoghi che il paese ellenico offre al turismo internazionale. La Grecia ha conquistato l’invidiabile secondo posto al mondo per Bandiere blu 2020 alla 34esima edizione del riconoscimento assegnato dalla Foundation for Environmental Education a comuni e approdi turistici che superano severissimi requisiti, soprattutto la qualità dell’acqua di balneazione.

grecia mare bandiere blu 2020

La storia della Grecia in questo senso era già scritta quando, nel 1987, ottenne la sua prima Bandiera e nel 2020 si è affermata egregiamente tra 47 paesi in gara, con 497 spiagge premiate, 14 porti turistici e 6 barche turistiche. Confermandosi a pieno titolo punto di riferimento mondiale per gli amanti del mare.

grecia mare bandiere blu 2020

Secondo l’Hellenic Society for the Protection of Nature, la Penisola calcidica è di nuovo al primo posto con 94 bandiere. Tra i suoi vari distretti a distinguersi soprattutto Creta, con 117 spiagge premiate e una marina. Poi la Macedonia centrale con 104 spiagge e 3 marine e l’Egeo Meridionale e, ancora, Cicladi e Dodecaneso con 78 spiagge e due marine.

Ragionando per prefetture, svetta la Calcidica con ben 85 Bandiere blu, seguita da Lassithi con 39, Rodi con 34, Chania con 33, Iraklion con 27, l’Attica con 19, Rethimno con 18 e Cefalonia e Chios con 15 ‘vessilli’.

grecia mare bandiere blu 2020

Guardando ai comuni, il primo posto va ancora a Rodi con 34 bandiere blu, seguita da Kassandra, Agios Nikolaos, Nea Propontida e Sitonia, Hersonissos, Aristotelis e Chios, Volos e Kos. Infine, alcune località hanno ottenuto più Bandiere blu dello scorso anno, come il caso di Kos (12 su 10), Corfù (10 su 9) e Corinthia (8 su 6).

Lipsi, la silenziosa del Dodecaneso. Perché è diversa da altre isole greche

Tags

TI POTREBBERO INTERESSARE