Siamo Salamanca, nella Spagna nord-occidentale, nella regione di Castiglia e León. È una città con una storia che risale all’epoca celtica. Una città rinomata per gli edifici in pietra arenaria finemente decorati. Una città famosa per la sua illustre Università, fondata intorno al 1100. Una città dichiarata Patrimonio dell’umanità dall’Unesco nel 1988. 

salamanca cosa fare cosa vedere attrazioni monumenti

Per capire cosa vedere a Salamanca è imperativo tenere sempre lo sguardo ben saldo sulla storia della città. I primi insediamenti risalgono all’epoca preromana quando il primo insediamento aveva il nome di Helmantica e fu conquistato prima da Annibale nel III secolo a.C., poi dai Romani. A quest’epoca risale il ponte sul fiume Tormes, costruito dall’Imperatore Traiano, che si trova subito fuori dal centro storico. 

salamanca cosa fare cosa vedere attrazioni monumenti
Ponte Romano

A pochi passi dal ponte romano sorge la piccola chiesa in stile romanico-mudejar dedicata a Santiago e unica nel suo genere a Salamanca. Alla fine dell’impero romano, Salamanca passò sotto il regno arabo e nell’XI secolo fu riconquistata e ripopolata da immigrati castigliani, portoghesi ed ebrei. Grazie alla costruzione della celebre università, Salamanca divenne uno dei centri culturali più importanti di tutta la Spagna.

salamanca cosa fare cosa vedere attrazioni monumenti

Con un week end a disposizione si può visitare Salamanca senza temere di dover rinunciare a nulla. Si può iniziare dalla centrale Plaza Mayor, una grande piazza porticata conosciuta anche come il Salotto di Salamanca. Fu ultimata nel 1755 con la costruzione del Ayuntamiento sul lato nord, di fronte alla chiesa con la facciata romanica dedicata a San Martin. 

salamanca cosa fare cosa vedere attrazioni monumenti
Ingresso Cattedrale

Percorrendo la Rua, la strada più famosa del centro di Salamanca, si raggiunge un’ampia piazza dove affacciano la Catedral Nueva e il Palacio de Anaya, situati uno di fronte all’altro.  Al lato del neoclassico Palacio de Anaya c’è la chiesa di San Sebastian. Mentre al lato della cattedrale c’è la Catedral Vieja e, subito dietro, il complesso Patio Chico. Da non perdere, girando per Salamanca, la Casa Lis, un edificio del 1905 che ospita il museo di Art Noveau e di Art Deco.

Palacio de Anaya

Impossibile non visitare l’Università di Salamanca, con la sua facciata mozzafiato dove sono nascoste alcune figure inusuali, come la celebre “rana” divenuta simbolo della città. Secondo una leggenda, lo studente che riesce ad individuare la rana senza nessun tipo di aiuto potrà superare agilmente tutti gli esami universitari.

Università di Salamanca – facciata

Altro luogo magico di questa stupefacente città è la Grotta di Salamanca che si trova a piazza Carvajal. Si tratta di una cripta che, come racconta una leggenda, si dice fosse la sede di una scuola di scienze occulte dove il diavolo in persona si presentò per rubare l’ombra di un nobile. Secondo altri, invece, la grotta sarebbe la porta d’accesso per un’altra città.

In quanto città universitaria, a Salamanca non mancano mai divertimento, movida e feste. In tutte le zone della città ci sono discoteche, bar e locali di ritrovo ideali per passare una serata spensierata e frizzantina.

Andiamo a Riga, c’è tanto da vedere e vivere nella “incompiuta” capitale lettone

Tags

TI POTREBBERO INTERESSARE