Secondo Lord Byron era un Eden glorioso, mentre Hans Christian Andersen la definì il posto più bello del Portogallo. Si tratta di Sintra, la cittadina portoghese incastonata tra le colline della Serra de Sintra, a non più di 30 chilometri da Lisbona. La vicinanza con la capitale, ma soprattutto la particolarità del luogo, fanno di Sintra una tappa obbligata per chiunque si trovi a Lisbona.

Non a caso, infatti, la cittadina per secoli è stata scelta da reali, nobili e ricchi borghesi come luogo di rifugio e villeggiatura, motivo per il quale il terreno boscoso che circonda la zona è ricco di ville ed edifici storici.

sintra lisbona portogallo cosa vedere come arrivare

La maggior parte dei turisti che ogni anno visitano Sintra scelgono di dedicarle una giornata del loro itinerario. Il consiglio per chi vuole immergersi nell’atmosfera più autentica del luogo è quello di fermarsi a dormire almeno una notte e godersi appieno i ritmi della città, girovagando tra vicoli e stradine del centro e ammirando i famosi tramonti rosa.

sintra lisbona portogallo cosa vedere come arrivare
Castelo dos Mouros

Il primo edificio storico da visitare è certamente il Palacio Nacional de Sintra, un palazzo reale medievale che nel tempo è stato ampliato e modificato. Residenza estiva del re Manuel I, questo edificio domina sulla città con i famosi comignoli alti 33 metri. La bellezza degli ambienti in stile orientale lascia a bocca aperta i visitatori, che si perdono tra sale arabe e patii ispano-moreschi tutti ricoperti di azulejos, le colorate piastrelle tipiche del Portogallo.

Palacio Nacional de Sintra

L’immagine simbolo di Sintra è il Palácio da Pena, il castello fiabesco voluto da Ferdinando di Sassonia Coburgo-Gotha, marito della regina Maria II. Si tratta di un palazzo ottocentesco, arroccato in cima a una collina che regala una vista unica sull’oceano. Il Palácio è famoso per le pareti color pastello giallo, rosa e violetto e per la perfetta armonia tra stili diversi. Gotico, barocco, rinascimentale e arabo: ogni sovrano ha lasciato in questo posto il proprio gusto regalando al mondo un tripudio di bellezza, dove eleganza e kitsch si rincorrono tra guglie smaltate, minareti e cupole moresche. Il Palácio è circondato da 220 ettari di parco – il Parque de Pena –  che meritano una passeggiata romantica.

sintra lisbona portogallo cosa vedere come arrivare
Palacio de Pena

Castelo dos Mouros è l’altro castello arroccato sulle colline circostanti Sintra e, molto più antico di Palácio da Pena, fu Costruito dagli arabi nel VIII secolo. Raso al suolo nel 1147, oggi ne rimangono solo poche rovine che affascinano per l’atmosfera romantica e il panorama mozzafiato sull’oceano. Delle ville disseminate sul territorio, l’ottocentesca Quinta da Regaleira è la più stupefacente.

Edificio in stile manuelino, la villa è circondata da stravaganti giardini con elementi che si rifanno alla mitologia, alchimia e massoneria, mescolando insieme gli stili più bizzarri. Nata dalla visionaria originalità di un ricco collezionista la villa è stata pensata e realizzata come interpretazione del percorso spirituale umano.

Quinta da Regaleira

Il patrimonio storico e naturalistico di Sintra offre molti altri luoghi da scoprire, come il Convento dos Capuchos ricoperto internamente da sughero o il Parque de Monserrate con il palazzo in stile moghul, il museo botanico e i giardini esotici. Il consiglio finale, dunque, è quello di dedicare alla scoperta di questo gioiello portoghese più tempo del previsto.

Castelli in Germania, Hohenzollern: dimora incantata nella Foresta nera

TI POTREBBERO INTERESSARE