Lubiana, capitale della Slovenia, è una città elegante e raffinata e al contempo scanzonata e trendy. Una città in continuo rinnovamento, le cui diverse anime – slava, austriaca, mitteleuropea – si mescolano attraverso i vicoli del piccolo quartiere ebraico per poi passare, dopo poche centinaia di metri, ai viali commerciali pedonalizzati degli ultimissimi anni.

slovenia lubiana cosa vedere weekend

Quasi tutte le principali attrazioni storiche e turistiche di Lubiana sono raggiungibili a piedi a cominciare da Piazza Prešeren. Dalla Piazza, considerata il centro nevralgico della città, si snodano tutti i principali collegamenti con le altre zone del centro storico.

Su Piazza Prešeren si affaccia la Chiesa francescana dell’Annunciazione, un imponente edificio di colore rosso, il colore dell’ordine dei Francescani. La volta della navata della chiesa è stata affrescata dal pittore sloveno MatevžLangus attorno alla metà del XIX secolo.

Chiesa dell’Annunciazione

Dando le spalle alla chiesa ci si trova di fronte il Tromostovje o Triplice Ponte: si tratta di una struttura molto originale formata da tre ponti non completamente simmetrici tra loro, che conducono verso la zona della Città Vecchia. Originariamente  era solo un ponte, poi con l’aumento demografico si decise di ampliarlo. Il Triplice Ponte è il passaggio quasi obbligatorio per il centro storico di Lubiana.

slovenia lubiana cosa vedere weekend
Tromostovje

La Piazza Civica di Lubiana è imperdibile: rappresenta il cuore del Centro Storico della Capitale Slovena. Sulla Piazza Civica c’è il Mestna hiša, il Palazzo del Municipio, davanti al quale si può ammirare la celebre Fontana dei tre fiumi carniolani. La Fontana, simbolo della Lubiana barocca, è ispirata alle fontane romane realizzate dal Bernini. Venne realizzata tra il 1743 e il 1751 dallo scultore veneziano Francesco Robba, considerato il maestro della lavorazione della pietra del periodo barocco a Lubiana.

Piazza Civica

Di stile barocco è anche la Cattedrale di San Nicola, facilmente identificabile dalla sua cupola verde e dalle due torri che ne decorano i lati. La Cattedrale è in Piazza Cirillo e Metodio, non lontano dal Triplice Ponte. Non si può visitare Lubiana tralasciando lo splendido Ponte dei Draghi, luogo simbolo della città.

Un’antica leggenda narra dell’arrivo di Giasone a Lubiana e della sua lotta con il mostro che abitava nel lago, sito nel luogo dove oggi sorge la Capitale slovena. L’eroe greco per proseguire il suo viaggio verso il mare, fu costretto a sfidare e uccidere il mostro: il leggendario drago di Lubiana, oggi simbolo della città.

slovenia lubiana cosa vedere weekend
Ponte dei Draghi – drago di Lubiana

Non è un caso che i draghi campeggiano sugli stemmi di Lubiana, in cima alla torre del castello, sui lampioni e in tantissimi elementi decorativi dei palazzi. Il Castello, infine, è un’altra tappa obbligatoria durante la visita a Lubiana, insieme all’imperdibile Museo delle Illusioni e all’irrinunciabile una passeggiata nel Parco Tivoli.

Budapest, città delle acque: le migliori terme della città

TI POTREBBERO INTERESSARE