Acerenza è un piccolo borgo situato nel cuore della Basilicata e famoso per l’aura di mistero che lo avvolge. Arroccata su una collina in provincia di Potenza, questa cittadina spicca per il fascino e la bellezza che racchiude al suo interno.

basilicata acerenza sacro graal sepolta figlia dracula
Strada che conduce al borgo

Nota anche come “città cattedrale” per via della maestosa Cattedrale di Santa Maria Assunta e San Canio Vescovo che troneggia nella parte antica del borgo, Acerenza è custode di misteri e leggende che nel tempo l’hanno resa più accattivante.

basilicata acerenza sacro graal sepolta figlia dracula

Si narra, per esempio, che il perduto Sacro Graal si trovi proprio in questo meraviglioso borgo lucano, murato in una finestra dell’imponente cattedrale. Secondo la leggenda fu proprio Ugo Pagani, noto Templare e fondatore dell’Ordine nato nei pressi di Acerenza, a nascondere il calice.

La dama del graal, Dante Rossetti

La leggenda relativa al Sacro Graal, però, è solo una delle storie misteriose legate a doppio filo a Acerenza e, nello specifico alla sua cattedrale. Secondo un’antica narrazione, infatti, la grande chiesa custodirebbe anche la salma della figlia del Conte Dracula, Vlad III di Valacchia.

basilicata acerenza sacro graal sepolta figlia dracula
Cripta della Cattedrale

Sacro e profano si mescolano ad Acerenza che si aggiudica con merito il primato di capitale dei misteri. La leggenda che vuole la salma di Maria Balsa, figlia del sanguinario Impalatore, sotterrata nella cattedrale è supportata da una precisa teoria.

Sembra, infatti, che alcuni tipici simboli dell’arte romena siano presenti nell’edificio e riconducibili proprio alla stirpe di Dracula. In particolare, il drago alato simbolo del nobile transilvano.

Drago Alato, stemma nobiliare

Quale sia il confine tra le leggende e la verità non è chiaro e proprio il mistero che l’avvolge contribuisce ad accentuare il fascino di Acerenza, il cui borgo antico è tutto da scoprire. Passeggiando tra vicoli stretti e palazzi storici, sono obbligatorie le visite alla mastodontica e misteriosa Cattedrale, al Palazzo Loguercio Polosa e al Palazzo Gala.

basilicata acerenza sacro graal sepolta figlia dracula

Non solo misteri ma anche storia, tradizioni e il meraviglioso panorama su vigneti e boschi secolari ammirabile dal belvedere Torretta. Acerenza è uno di quei borghi italiani che da solo regala un’esperienza di viaggio a tuttotondo. Non è un caso, infatti, che sia annoverata tra i più belli d’Italia.

Le Catacombe dei Cappuccini di Palermo, l’incredibile ‘museo’ della morte

TI POTREBBERO INTERESSARE