Il Lago di Braies si trova nel comune omonimo del Trentino Alto Adige in provincia di Bolzano ed è un lago naturale ai piedi della Croda del Becco, un monte che fa parte del gruppo delle Dolomiti di Braies. Si trova all’interno del Parco naturale Fanes-Senes-Braies ed è raggiungibile attraversando i villaggi di Ferrara e San Vito. 

Lo studio geologico del territorio ci dice che il lago si sia originato per una frana che sembrerebbe aver sbarrato il rio Braies, ma non mancano storie fantasiose che raccontano teorie alternative per la nascita del bacino.

Secondo un’antica leggenda la valle di Braies era un tempo abitata da selvaggi che vi custodivano segretamente l’oro trovato sulle montagne. Giunsero alla valle alcuni allevatori che, spinti dall’avidità e dall’invidia per quella pietra così preziosa, cominciarono a derubare i selvaggi. Questi, per tutelare il loro tesoro, sfruttando sorgenti d’acqua sotterranee riempirono la vallata celando il loro tesoro in quello che poi sarebbe diventato il Lago di Braies. L’oro sul fondo della vallata avrebbe donato alle acque del bacino il caratteristico colore verdastro.

lago di braies estate

Questa “perla delle Dolomiti” regala agli occhi dei visitatori un panorama mozzafiato in tutte le stagioni: in primavera e in estate il colore smeraldino dell’acqua riflette i raggi del sole e le verdi montagne circostanti, creando un paesaggio naturalistico idilliaco; in inverno un lago ghiacciato e spesso coperto di neve, incastonato tra le bianche vette dolomitiche sul quale è possibile camminare. Un vero e proprio gioiello nascosto tra le Dolomiti. 

lago di braies neve

Il Lago di Braies, oltre al paesaggio “da cartolina”, offre molte attività d’intrattenimento, tra cui gite in barca a remi, passeggiate lungo i sentieri segnalati, attività di trekking ed escursionismo con tour anche di più giorni in cui si sosta nei rifugi, e anche la possibilità di usufruire di una piccola stazione sciistica locale per gli appassionati di sci. I più temerari raccontano, addirittura, di essersi tuffati nelle fredde acque del lago solo per provare l’ebbrezza di nuotare in quelle acque così limpide e colorate. Un connubio perfetto di pace, natura e relax in un panorama italiano unico al mondo.

lago di braies inverno

Sapevate che il nome in tedesco della Croda del Becco è “Sass dla Porta”? Secondo una leggenda della mitologia ladina, nel versante meridionale del lago, proprio a livello di questo monte, si troverebbe una porta d’accesso segreta al regno sotterraneo del Fanes. Una volta entrati, bisognerebbe percorrere un piccolo tragitto in barca per poi arrivare al regno misterioso.

TI POTREBBERO INTERESSARE