Prima le Canarie, poi il Portogallo. Ora, però, la Grecia potrebbe diventare l’ultima piacevole frontiera per i pensionati. Il governo di Atene sta difatti pensando a una tassazione secca al 7 per cento dei redditi dei pensionati che trasferiranno nel paese la loro residenza fiscale. Una misura proposta per dieci anni e inserita dallo stesso esecutivo nella proposta di legge di bilancio al vaglio del parlamento.

Secondo l’anticipazione di Repubblica, il prelievo del fisco avverrebbe in un’unica soluzione durante l’anno e la scadenza per la richiesta di “trasloco fiscale” per quest’anno è prevista per il 30 settembre 2020. Condizionali non d’obbligo in questo caso giacché l’organo legislativo ellenico sarebbe propenso all’approvazione della norma.

grecia pensionati agevolazioni fiscali

Alle prese con i problemi cronici del suo bilancio pubblico, la Grecia aveva già approvato una Golden Visa che attribuiva la cittadinanza (quindi anche europea) agli stranieri che investivano almeno 250mila euro in proprietà immobiliari. Un pacchetto di agevolazioni che, nel 2019, alle casse elleniche ha portato due miliardi di euro grazie alle 3.800 richieste. Con l’unico ‘dubbio’ sollevato dall’Unione europea che si è trattato di cinesi nel 75 per cento dei casi.

Riapre il paradiso: Maldive, si può tornare dal 15 luglio

Tags

TI POTREBBERO INTERESSARE