The Great Barrier Reef, la Grande barriera corallina australiana, è la più grande estensione di corallo del mondo: una mastodontica struttura fatta di organismi viventi composta da quasi tremila barriere coralline singole e 900 isole. Tra le meraviglie del mondo, la grande barriera è una una delle maggiori attrazioni turistiche dell’Australia, tra i massimi esempi di architettura naturale. Un paradiso, dunque, che si estende per 2.330 chilometri e che è stato scoperto nel ‘700 dal navigatore britannico James Cook.

australia grande barriera corallina

La barriera si estende parallelamente alla linea costiera dell’Australia nord-orientale, seguendo i contorni della piattaforma continentale, e i banchi e isolotti di corallo, ognuno con le sue caratteristiche e un diverso stadio di sviluppo, sono collegati uno all’altro e, allo stesso tempo, separati da stretti canali tortuosi. Lungo tutta la barriera si trovano delle sorgenti sottomarine di acqua dolce chiamate Wonky hole. La Grande barriera, con miliardi di minuscoli organismi, è il più grande contenitore di biodiversità ed è chiaramente annoverata come Patrimonio dell’Umanità.

australia grande barriera corallina

La Grande barriera è una meta dove vivere esperienze uniche, avventure grandiose immersi in un ecosistema complesso e delicatissimo. Massima espressione della grandezza della natura, la barriera è protetta dal Parco Marino della Grande Barriera Corallina, che contribuisce a limitare l’impatto umano, come ad esempio il sovrasfruttamento e il turismo stesso. Cambiamento climatico, innalzamento delle temperature del mare e peggioramento della qualità delle acque sono uno dei motivi che provocano lo sbiancamento dei coralli, ovvero la morte della barriera stessa.

Il grido d’allarme della comunità scientifica mondiale deve essere un monito per tutti: è possibile vivere la meraviglia del Great Barrier Reef ricordandosi che contribuiamo a salvarlo solo nel rispetto della sua fragilità. Il patrimonio della zona consiste anche della costa che vanta meraviglie come le 74 isole Whitsunday, le antiche foreste pluviali di Daintree o le lussuose isole tropicali del calibro di Hayman e Lizard. Il soggiorno sulla costa australiana offre un’ampia scelta: da Cairns a Port Douglas, passando per Airlie Beach, Hervey Bay e Mission Beach.

La Grande barriera è il luogo perfetto per qualsiasi tipologia di turista: si può godere della navigazione tra le isole su enormi catamarani, come Michaelmas Cay; ci si può immergere o fare snorkeling lungo il reef per ammirare l’incredibile fauna marina; ci si può rilassare al sole in pieno relax su spiagge paradisiache. I più romantici possono volare in idrovolante sopra l’Heart Reef, famoso per la forma di cuore assunta dai coralli, oppure esplorare Agincourt Reef, dove gli amanti dello snorkeling potranno scegliere tra 16 diversi siti di immersione. Ancora, è possibile viaggiare verso la famosa Ribbon reef, una spiaggia a forma di gioiello.

Heart Reef

La navigazione tra le isole Whitsunday, con i tramonti spettacolari e le notti al chiaro di luna, è una delle opzioni più gettonate. Thorsborne Trail, invece, è la foresta pluviale dall’aspetto di una giungla che ospita spiagge vergini e si estende tra Townsville e Cairns: un luogo inaspettato dove potersi fermare in campeggio e andare alla scoperta di una fauna selvatica incredibile. Avventure in mare, escursioni dentro e fuori l’acqua ma non solo… lungo la costa nord-orientale australiana si trova anche tanto relax nei paesini costieri come Airlie Beach.

Airlie Beach

Colori sgargianti e puri, natura selvaggia, paradisi tropicali, crociere sulle sontuose correnti dell’Oceano Indiano: la Grande barriera corallina australiana è un caleidoscopio di possibilità, un luogo magico dove il concetto di vacanza si dilata fino a diventare viaggio inteso come esperienza di vita.

Incredibile Cile, alla scoperta di Laguna Verde

TI POTREBBERO INTERESSARE