C’è chi rabbrividisce solo al pensiero di mangiare la tipica ‘trippa’ italiana, ma fidatevi… Non è nulla rispetto all’offerta culinaria internazionale. Ecco i cibi più insoliti del mondo che potete, nel caso ne aveste il coraggio, provare durante i vostri viaggi. Avviso importante: leggete i prossimi paragrafi solo se avete palati coraggiosi e stomaci resistenti!

Cibi ‘strani’: lo squalo ‘putrefatto’ in Islanda

cibi piatti più strani del mondo

La prima tappa è l’Islanda. Ricetta tipica di questo paese è l’Hákarl, cioè lo squalo fermentato (vale a dire la carcassa di squalo in decomposizione): la sua carne viene conservata sotto terra da tre a sei mesi e pressata con pietre, in modo da far uscire tutti i liquidi velenosi che permettono normalmente all’animale di sopravvivere nelle acque gelide dell’Islanda. Successivamente, la carne viene appesa e poi servita a pezzi. Si dice abbia un forte odore di ammoniaca ed un “intenso sapore di pesce”. 

Visualizza questo post su Instagram

Complete disaster this week!! 😂 82% wrong answers! Fun facts about the Greenland shark 🦈 (somniosus microcephalus): 1. They have the longest known lifespan of all vertebrate species. Using carbon-14 on their eye tissues, it was found that they can live 392 ± 120 years. That is something between 272 and 512 years! Tortoise: max “only” 152 years old! 🐢 2. They reach sexual maturity at about 150 years of age. 3. They grow 0,5 to 1 cm per year. 4. They live in cold and deep waters (down to 2.200 m deep!) of the north atlantic: Greenland, Iceland, Norway and Canada. 6. They are as big as the white shark: up to 6,4 m and 1.000 kg). 7. Most of them have eyeball parasites that leave them blind. It doesn’t matter because at that depth the don’t need the sight! 8. They eat almost everything they find, alive or dead. But they don’t attack people. 9. They are super slow! 0,3 m/s. (Also called sleeping shark!) 11. The flesh is toxic because of the presence of trimethylamine oxide (TMAO). It helps regulate their osmotic pressure and as a natural antifreeze. If the meat is eaten raw or even if cooked without pretreatment, it can produce effects similar to extreme drunkenness. Occasionally, sled dogs that eat the flesh are unable to stand up because of this effect. The meat can only be eaten if it is fermented for several months to produce kæstur hákarl. I have tried it in Iceland and it was disgusting. 😂 • #greenlandshark #håkjerring #shark #tiburon #tiburondegroenlandia #hákarl #hakarl #somniosusmicrocephalus #didyouknow #worldrecord #hordygurdysquiz

Un post condiviso da Hordygurdy (@hordygurdy) in data:


Ragni fritti in Cambogia

cibi piatti più strani del mondo

I ragni fritti sono un “must” della tradizione culinaria cambogiana. Vengono allevati all’interno di buchi nel terreno o catturati nelle foreste circostanti. La varietà utilizzata è la “tarantola striata thailandese”, con dimensioni pari a quelle del palmo di una mano umana. Si dice che questa usanza sia iniziata nel paese in tempi di carestia, quando la popolazione cominciò a divorare ragni per disperazione.

I ragni vengono fritti vivi fino a quando le zampe non raggiungano una certa rigidità, senza, però, far colare all’esterno l’interno dell’addome, che alcuni considerano una vera prelibatezza. Il sapore (a quanto dicono i coraggiosi assaggiatori) è delicato ed è simile a quello del merluzzo e del pollo: un mix di consistenza tra il croccante dell’esterno ed il morbido dell’interno.


Medama, gli occhi di tonno in Giappone

cibi piatti più strani del mondo

Della serie “non si butta via niente”, solo che al posto del maiale in Giappone c’è il tonno. È un cibo molto ricercato, perché, stando ad alcune ricerche, gli occhi di tonno conterrebbero tantissimo Dha (acido docosaesanoico), in grado di potenziare le capacità intellettive.

Negli ultimi anni ha riscosso tantissimo successo, soprattutto tra gli studenti prima degli esami e tra le mamme, che fanno di tutto per convincere i propri figli a mangiarne quanto più possibile per diventare più intelligenti. Tipicamente, i medama vengono bolliti in acqua con zucchero, salsa di soia, mirin e sakè. Il loro sapore assomiglierebbe a quello di un polipo o di un calamaro. 

Cibi ‘horror’: i Beondegi in Corea del Sud

I Beondegi non sono altro che i bachi da seta, bolliti e conditi, utilizzati moltissimo dai coreani come croccante snack spezza fame ultra proteico. Sono un imperativo dello street food coreano, dove spesso vengono offerti dai venditori ambulanti. Si dice abbiano un sapore che ricorda quello del legno o della resina. 

cibi piatti più strani del mondo


Escamoles e Huitlacoche in Messico

Per finire atterriamo in Messico a scoprire due piatti davvero insoliti e stravaganti. Le Escamoles sono le larve e le pupe delle giganti formiche nere autoctone raccolte dalle piante dell’agave (da cui si distilla la tequila). Sono anche chiamate “insetti caviale” per la loro prelibatezza e dicono abbiano una consistenza simile a quella della ricotta ed un sapore burroso con un retrogusto che ricorda la nocciola. Solitamente vengono utilizzate come condimento per i tacos con guacamole.

L’Huitlacoche, invece, è anche chiamato il “tartufo del mais” per essere il fungo parassita della pannocchia del granturco, che le dona un caratteristico colore violaceo. Si dice abbia un sapore dolce ed affumicato davvero eccezionale, che si sposa perfettamente con tacos e tortillas.

Kaffeehäuser, i 5 caffè storici di Vienna

TI POTREBBERO INTERESSARE